Serie A: albo d’oro scudetti, statistiche, record e curiosità

SerieA_2016

La storia del campionato italiano di serie A:

La Serie A di calcio è ampiamente l’evento sportivo e culturale più seguito in Italia, appassionando milioni di tifosi e sportivi sparsi in tutta la penisola. L’attuale formula del campionato prevede la partecipazione di 20 squadre dando la possibilità ogni anno a tre club di Serie B di prenderne parte per effetto della promozione, prendendo ovviamente il posto delle tre formazioni di Serie A che occupano gli ultimi tre posti della classifica finale. Negli anni ci sono stati tantissime variazioni come ad esempio con la regola dell’assegnazione dei tre punti per la vittoria, avvenuta a partire dal campionato 1994/95.

Ripercorrendo la storia della Serie A c’è da sottolineare come il primo campionato di calcio italiano abbia avuto luogo nell’anno 1898 con vittoria finale da parte del Genoa. Si andò avanti per una ventina di anni con un torneo unico organizzato e gestito dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e per la precisione fino al 1922 quando per via di una discordanza tra club, avvenne una scissione che portò alla nascita di due differenti torneo. Quello organizzato dalla FIGC viene vinto dalla Novese mentre l’altro venne vinto dalla Pro Vercelli. La scissione durò un solo anno. La formula utilizzata prevedeva diverse fasi fino ad arrivare quella ad eliminazione diretta con assegnazione finale del titolo. Questa formula venne portata avanti fino all’anno 1929/30 con la decisione di prevedere un girone unico senza fasi ad eliminazione diretta. Ufficialmente da questa stagione il torneo assunse l’attuale connotazione di Serie A anche se chiamato Divisone Nazionale. Una piccola curiosità legata alla Serie A è che dal campionato 1929/30 in poi avrà inizio un dominio piuttosto continuativo nel tempo con tre grandi formazioni a battagliare per la vittoria finale: Juventus, Milan ed Inter. Naturalmente ci sono state anche altre formazioni capaci di spezzare il dominio dell’asse Milano – Torino sponda bianconera come nel caso del Grande Torino, del Bologna, del Napoli, della Roma, della Lazio e della Fiorentina.

Altra curiosità è legata alla figura di un nome storico del nostro calcio come Gianni Agnelli che nell’anno 1958 propose l’assegnazione di una stella da apporre sulla maglietta dei club per ogni dieci scudetti vinti. Allo stato attuale, soltanto tre club possono fregiarsi della stella ed ossia La Juventus che ne ha addirittura tre, il Milan e l’Inter con una ciascuna.

Albo d’oro – Le statistiche e i record del campionato italiano di serie A:

Dando uno sguardo alla statistiche di Serie A, si apprende che complessivamente sono state 65 le formazioni a prendere parte al massimo campionato nazionale di calcio italiano. Il record in fatto di presenze è dell’Inter con 84 davanti alla coppia Roma e Juventus che scontano un anno vissuto in Serie B per motivi molto differenti, quindi c’è il Milan con 82, la Fiorentina con 78, la Lazio con 73, il Torino con 72, il Napoli con 70, il Bologna con 69 e via via tutte le altre fino a Carpi, Frosinone, Pistoiese e Treviso che vantano un solo anno. Analizzando l’albo d’oro del campionato, il record in quanto a successi è della Juventus con 31 campionati vinti seguita dalla coppia Milan – Inter che ne vantano 18 cadauno. Dopo le tre grandi del nostro calcio c’è il Torino ed il Genoa entrambe con 8 scudetti conquistati. Quindi c’è il Bologna e la Pro Vercelli con 7. A quota 3 c’è la Roma seguita da Lazio, Napoli e Fiorentina con 2. Uno scudetto per Cagliari, Sampdoria, Casale, Novese e Verona. Naturalmente se si considera la Serie A ed ossia dopo l’anno 1929/30 non ci sono gli scudetti di Novese e Casale e le affermazioni della Juventus scendono a 29. La formazione che è arrivata il maggior numero di volte al secondo posto è sempre la Juventus che ha raggiunto tale obiettivo in ben 21 campionati mentre il record in fatto di terzi posti è del Milan a quota 17.

Nella storia della serie A solo tre club sono riusciti a vincere 5 scudetti di fila ed ossia la Juventus tra il 1930 ed il 1935, il Torino tra il 1942 ed il 1949 e l’Inter tra il 2005 ed il 2010. Rovesciando la medaglia, la formazione che ha subito il maggior numero di retrocessioni è il Brescia a quota 12 seguita dall’Atalanta e dal Bari con 11.

Nell’albo d’oro di Serie A ovviamente spiccano le tantissime vittorie della Juventus, del Milan e dell’Inter ma non c’è dubbio che ci sono stati delle vittorie che sono rimaste nelle memoria degli appassionati riuscendo a dare emozioni che probabilmente nel calcio odierno troppo imperniato sui fatturati, sarà molto difficile rivivere.

Nel 1969/70 fu davvero straordinaria la vittoria del Cagliari di Gigi Riva Rombo di tuono. La squadra sarda si impose con 45 punti davanti all’Inter a quota 41 e la Juventus 38, trascinata da Riva che mise a segno la bellezza di 21 reti di cui 4 su calcio di rigore. Altrettanto storico è stato il primo sigillo della Lazio nell’anno 1973/74. La squadra allenata da Tommaso Maestrelli vinse con 43 punti davanti alla Juventus con 41 ed il Napoli di Vinicio con 36. In quel campionato il capocannoniere fu Giorgio Chinaglia con 24 rete. Come dimenticare lo scudetto 1985/85 vinto dal Verona di Bagnoli che chiuse al primo posto con 43 punti davanti al Torino con 39 e l’Inter con 38. Altro magic moment della storia della Serie A è stato il primo scudetto del Napoli di Maradona nell’anno 1986/87 con 42 punti davanti alla Juventus con 39 e all’Inter con 38.

Tra i record della Serie A, ricordiamo che il record di imbattibilità appartiene al Milan di Cappello con 58 giornate senza sconfitte tra il maggio 1991 ed il mese di marzo 1993. La migliore serie casalinga è del Torino con 83 gare senza sconfitte tra il gennaio 1943 ed il mese di novembre del 1949 mentre la migliore serie esterna spetta sempre al Milan di Capello nei primi anni novanta. Il maggior numero di partite consecutive in testa al campionato è di 76 ed appartiene alla Juventus tra il 2004 ed il 2006.

Passando al record di punti, per il campionato a 16 squadre a 2 punti spetta alla Juventus 1976/77 con 51 mentre quello con 18 sempre a 2 punti spetta all’Inter 1988/89 con 58. Il record dell’attuale formula della Serie A ed ossia a 20 squadre con i 3 punti spetta alla Juventus 2013/14 con 102. I bomber all time della Serie A sono Silvio Piola con 274, Francesco Totti con 244,Nordhal con 225, Josè Altafini con 216 alla pari di Giuseppe Meazza, Antonio Di Natale con 208, Roberto Baggio 205, Kurt Hamrin con 190, Giuseppe Signori con 188 alla pari con Alessandro Del Piero.

Solo due giocatori sono riusciti nell’impresa di segnare sei reti in una sola gara ed ossia Piola in Pro Vercelli – Fiorentina 7-2 del 1933 e Omar Sivori in Juventus – Inter 9-1 nel 1961. I giocatori con il maggior numero di presenze sono Paolo Maldini con 647,Javier Zanetti con 615, Gianluca Pagliuca con 592, Francesco Totti sempre con 592, Gianluigi Buffon con 572, Dino Zoff con 570 e Pietro Vierchowood con 562.

Scopri tutti i pronostici della Serie A!